CENTRO SOCIO EDUCATIVO DIURNO

CENTRO SOCIO EDUCATIVO DIURNO 

E’ dal 12 dicembre 2018 che questo Centro Socio Educativo Diurno ha aperto le sue porte ad un bel gruppo di bambini e ragazzi della città di Polignano a Mare secondo il Testamento del signor DI GRASSI in memoria del figlio Francesco . Una bella casa che, una volta ristrutturata a dovere,diventa un Centro oggi molto stimato per l’opera educativa  che svolge.

Molti genitori, infatti,hanno  ritenuto opportuno affiancare all’attività scolastica la frequentazione del doposcuola per lo svolgimento dei compiti assegnati dai docenti del mattino. Nel Centro, ogni bambino svolge i compiti in autonomia ma ha la possibilità di rivolgersi all’educatore presente se ha bisogno di aiuto o si trova in difficoltà. L’educatore guida e sostiene il bambino o il ragazzo  perché diventi autonomo e costruisca nel tempo un efficace metodo di studio. Il Centro diventa fondamentale per quei ragazzi che hanno delle difficoltà specifiche nell’apprendimento.

laboratorio cucina

 

Un altro elemento indispensabile è il laboratorio educativo dove il bambino si confronta con nuove e significative esperienze di manualità: è infatti agendo in prima persona che egli potrà dare vita e quindi creare un manufatto tutto suo.

La struttura del laboratorio didattico trova un riferimento specifico in due distinte

tipologie di scuola: la Scuola Attiva e la Scuola a Tempo Pieno 3.

Questo modello di laboratorio offre al bambino la possibilità di soddisfare i propri bisogni di espressione, di immaginazione, di fantasia mediante attività volte alla comprensione pratica dei saperi del linguaggio artistico.

L’ambiente del Centro di Polignano trasmette messaggi e descrive l’impronta educativa che l’Opera don Guanella  offre. Per questo sono stati creati ambienti idonei, caldi ed accoglienti; questi  spazi piccoli, raccolti e strutturati per vrie attività stimolano la curiosità e l’esplorazione.

Anche l’arredo si presenta equilibrato e a misura di bambino per garantire la sua autonomia nello svolgimento delle attività sia di doposcuola come di laboratorio.

La luce è adeguata all’attività che si deve svolgere.

I  materiali (materiali di recupero, materiali poveri e materiali adatti a stimolare tutti i sensi) e gli strumenti(pennelli, spatole, forbici, ecc) o  innovativi (computer, proiettore di diapositive, videocamera) per le attività che vengono svolte ,sono accessibili e utilizzabili e quindi e la possibilità di utilizzarli senza l’intervento diretto dell’adulto, aiutano il bambino a lavorare in autonomia.

Una volta la settimana,il sabato mattina,si svolge ,oltre agli altri laboratori, un’attività accolta con entusiasmo dai bambini, contenti di potersi raccontare e condividere con compagni ed educatori il proprio mondo interiore: è il cammino formativo sulle Emozioni.

Questo cammino,spezzettato nel tempo, aiuterà a  formare la mente ed il cuore di ogni bambino, affinché ognuno costruisca una sua personalissima ‘valigia della sicurezza’ che lo accompagni per tutta la vita, nella quale ci sia non solo un livello culturale adeguato, ma anche un’identità ben definita e una personalità capace di affrontare il futuro.

Una riflessione importantissima in un’epoca in cui tutti hanno voglia di parlare e pochi di ascoltare, di mettersi in mostra in prima persona anziché mettersi nei panni dell’altro. Per i bambini è entusiasmante avere un’ora tutta per loro, per poter esprimere davvero se stessi, per essere ascoltati da qualcuno che si occupa di come stanno dentro.

L’educazione alle emozioni,riferiscono gli educatori Claudio e Donatella, sta riscuotendo molto successo .I bambini, reticenti all’inizio perché poco abituati al dialogo, si stanno pian piano aperti e tirano fuori il loro mondo. Una grande fatica ma anche una forte emozione vederli impegnati a raccontare i propri stati d’animo!

Dopo alcuni mesi dall’inizio del progetto, abbiamo riscontrato che i bambini sono molto più rilassati, hanno maggiore disponibilità ad apprendere, sono diventati più collaborativi tra loro e stanno insieme  molto più volentieri, perché si sentono accolti, percepiscono che ci si interessa a loro e si parla del loro mondo. Di conseguenza anche la gestione del gruppo e la conflittualità tra i singoli risulta più gestibile. E questo è stato un grande passo in avanti!”

Il cronista

 

       di Polignano a Mare (BA )                                                      

      “FRANCESCO DI GRASSI”


L’Opera Don Guanella, tra le varie offerte, prevede anche forme di accoglienza semi-residenziale attraverso le attività svolte dal Centro Socio-Educativo Diurno di Polignano a Mare .

Il Centro, che accoglie entrambi i sessi, è una struttura educativa di prevenzione e recupero aperta a tutti i minori che, attraverso la realizzazione di un programma di attività e servizi socio-educativi, culturali e ricreativi, mira in particolare al recupero dei minori con problemi di socializzazione o esposti al rischio di emarginazione e di devianza.

.L’accoglienza è di tipo semiresidenziale diurna

E’ aperto per tutto l’arco dell’anno solare e opera in stretto collegamento con l’Ente Affidante, con le istituzioni scolastiche, nonché con le Comunità Educative di Fasano, gestite dalla stessa Opera Don Guanella con le quali sono in rete.

Il C.S.E.D. si colloca nella rete dei servizi sociali territoriali, caratterizzandosi per l’offerta di una pluralità di attività e interventi che prevedono lo svolgimento di funzioni quali l’ascolto, il sostegno alla crescita, l’accompagnamento, l’orientamento,il  supporto educativo nelle attività scolastiche ed extrascolastiche.

L’idea forza che ha spinto l’Opera don Guanella di Fasano ad aprire questo Centro risiede nell’ “energico” desiderio del dottor Di Grassi e della sua consorte Paola Calefati  come erede e  custode del suo testamento: realizzare nella loro villa un ambiente adatto all’accoglienza di bambini nel bisogno.

Per lunghi 20 anni la signora Paola ha immaginato questa opera di carità confrontandosi con i sacerdoti ed i laici della Casa di Fasano.

Oggi è una realtà grazie anche alla collaborazione di sua sorella Anna.

 

Il giorno 12 Novembre c.m. c’è stata un serata speciale: un gemellaggio tra gli ospiti della Casa di Fasano ed alcuni dei nuovi ospiti del Centro accompagnati dai loro genitori.

C’è stato molto entusiasmo,tante domande,molte curiosità da chiedere … don Piero ha detto che ci rivedremo il 10 di Dicembre con l’apertura del Centro  ed il 19  dello stesso mese per l’Inaugurazione,giorno della nascita di San Luigi Guanella.

Nella chiesetta del Centro ha preso posto,nel giorno della sua Festa, il Quadro della Madonna della Divina Provvidenza sotto la cui protezione sono stati affidati gli ospiti e lo stesso Centro.

Si ringraziano tutte quelle persone che con entusiasmo e  creatività hanno provveduto alla ristrutturazione degli ambienti della Casa dedicata a “FRANCESCO DI GRASSI” figlio  dei coniugi Grassi,prematuramente   scomparso all’età di due anni.

Un rinfresco,i dolci li hanno preparato gli ospiti delle Comunità Educative,ha chiuso questa bella serata.

Arrivederci a presto.

Il cronista

Revisioni

AddToAny

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi